Rotili Paolo

11
Paolo Rotili (Commissario Direttore)
p.rotili@conservatoriosantacecilia.it
+39 06 36096720

Curriculum

Inizia a studiare musica a metà degli anni settanta con Matteo Iannone e Giorgio Tommasi. Si diploma in Composizione con Mauro Bortolotti e in Strumentazione per banda con Raffaello Tega al conservatorio di S. Cecilia. Negli stessi anni studia alla Facoltà di Filosofia de “La Sapienza”, frequenta il corso di composizione con Giacomo Manzoni alla Scuola di musica di Fiesole e approfondisce la sua formazione sull’Analisi musicale con Marco De Natale, partecipando all’attività della Società Italiana di Analisi Musicale. Più di recente si diploma in Musica elettronica con Giorgio Nottoli, sempre al Conservatorio di S. Cecilia.

Con una particolare prevalenza del repertorio strumentale, il suo catalogo spazia da lavori per grandi organici (orchestra, banda, concerti) sino al repertorio solistico, sia acustico che elettroacustico, con incursioni nel video e nel teatro musicale.

Negli anni ha avuto la fortuna di lavorare con solisti e direttori quali Marco Angius, Emanuele Arciuli, Antonio Caggiano, Mario Caroli, Claude Delangle, Maria Di Giulio, Enzo Filippetti, Michele Lomuto, Rino Marrone, Enzo Porta, Paolo Ravaglia, Luca Sanzò, Sante Tursi, ecc. e con ensemble quali Algoritmo ensemble, Icarus ensemble, Apeiron saxquartet, Logos Ensemble, Artisanat furieux, Solisti Dauni, Ensemble Freon, Alea- Ensemble (Graz), Ensemble Aventure (Freiburg), Ensemble Traiect (Bucarest).

Ha avuto esecuzioni con la Banda dei Carabinieri, Banda dell’Aereonautica, Orchestra Sinfonica Abruzzese, Orchestra Metropolitana di Bari, ecc.

I suoi lavori sono stati presentati in Italia (Nuova Consonanza; Contemporanea – Parco della musica, Filarmonica Romana, Emufest, ecc. – Roma; “Festival Pontino”; “Festival dei 2Mondi” – Spoleto; Festival “Cinque giornate”, “Musica e Realtà” – Milano; Unione artisti, Rive gauche – Torino; GAMO – Firenze; Coretto, Collegium Musicum – Bari; Solisti Dauni – Foggia; Gubbio Festival; “Trieste Prima”; “Risuonanze” – Udine, Amici della musica Modena, Rovereto, Monopoli, ecc.), in Francia, Spagna, Germania, Austria (Alte-Schmiede, Wien), Olanda (Gaudeamus), Belgio (KaG), Lussemburgo (Festival Echternach), Svizzera, Principato di Monaco, Danimarca (Accademia Reale), Svezia, Finlandia (Società chitarristica, Turku), Ungheria, Serbia, Polonia (“Autunno di Varsavia”), Romania (Meridian, festival ISCM, Bucarest), Argentina (LiPM, UnLa, Teatro Colon – Buenos Aires; Festival Internazionale di Elettroacustica di Cordoba), Perù (Festival internazionale di Chitarra, Lima), Messico, Canada (Gallery 345, Toronto), Stati Uniti (NYCEMF 2015, New York – “New Horizons Concert series”, Orange), Giappone, Azerbaigian e Cina (Conservatorio Centrale di Pechino 2003, “Musicacustica” 2009).

Per il teatro musicale ha scritto “Trino” operina buffa con libretto tratto dall’omonimo testo del disegnatore Tullio Altan (Teatro Giordano, Solisti Dauni); le musiche elettroacustiche di una lettura de “L’Orlando furioso” (Castello di Gradara, Teatro delle Marche; Museo di Palazzo Venezia, Centrale Montemartini, Roma; Santa Maria della Scala, Siena, ecc. Foschi, Fei – nuova versione con Clemente Pernarella, Giardini di Ninfa, Fondazione Caetani) e il poemetto multimediale “La lezione del fiume” con il testo originale di Valerio Magrelli e le immagini di Antonio Capaccio (Oratorio di Santa Croce, Mondovì; Teatro Parenti, Milano; Teatro Globo, Buenos Aires) Sue musiche sono state trasmesse dalla Rai e da varie emittenti internazionali (Spagna, Polonia, Nuova Zelanda, Stati Uniti, ecc.) e pubblicate e incise tra gli altri da da EdiPan, Berben/Curci, Sconfinarte, Rai.com, Ars Spoletium, Polish music, EMA Vinci, ecc.. E’ stato membro di commissione ai Concorsi di composizione “Evangelisti”, “Bucchi”, “Petrassi”.

All’attività di compositore affianca da sempre l’impegno didattico e organizzativo. Relatore in vari convegni, ha tenuto seminari sulla cultura musicale contemporanea in conservatori, associazioni e università.

Ha pubblicato saggi di carattere analitico e didattico sui volumi dedicati a Mauro Bortolotti e Domenico Guaccero (Aracne) e sulle riviste “Distema” “Analisi” (Ricordi) e “Le arti del suono” con particolare attenzione verso il repertorio contemporaneo.

Dal 1996 al ‘99 in collaborazione con Emanuele Arciuli, ha curato per il Coretto di Bari gli Incontri con l’Autore, ciclo di 16 concerti/interviste con alcuni dei maggiori compositori italiani (tra gli altri Donatoni, Sciarrino, Corghi, Fedele, Manzoni, Bortolotti, Pennisi, Bosco).

Dal 2000 al 2006 è stato vice-presidente di Nuova consonanza, con la responsabilità dei seminari del De Musica (Morricone, Jeney, Fedele – Accademia di Francia Villa Medici) e del concorso di composizione Franco Evangelisti.

In collaborazione con Antonio Capaccio ha ideato la parte musicale dei cicli Brecce (Museo Laboratorio de “La Sapienza”, Roma), Grottesche (Museo Nazionale di Palazzo Venezia, Roma ‘07), PianoforEur (Museo etnografico “Pigorini” Roma ’07). Sempre per l’ideazione di progetti concertistici ha collaborato con l’ARAN, la Discoteca di Stato e il Campus Internazionale di musica di Latina.

Ideatore del Festival “Le forme del Suono” del Conservatorio di Latina, ne ha curato la programmazione per le prime 10 edizioni.

E’ docente di conservatorio dal ’87. Dopo aver insegnato per vari anni la sperimentazione di Teoria ed Analisi presso il conservatorio di Bari, nel ’98 vince il concorso per titoli per il passaggio di cattedra in Armonia, contrappunto, fuga e composizione. Attivo nel dibattito per la riorganizzazione degli studi musicali in conservatorio, dopo vari mandati come Consigliere accademico, dal 2012 al 2018 è stato Direttore del Conservatorio di Latina.

A giungo 2021 è stato eletto Presidente di Nuova Consonanza per il triennio 2022/24.

A maggio 2022 è stato nominato Commissario con funzioni di Direttore del Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma.

Da novembre 2022 è titolare della Cattedra di Composizione al Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma.

 

***

Composer and teacher, he is the professor of Composition at the State Conservatory of Music ”Santa Cecilia”, Roma. He trained at the Conservatorio di S. Cecilia in Rome, graduating in Composition, Composition end Instrumentation for Symphonic Band and Electronic Music.

He has composed more than 60 works for the most different formations, from the orchestra to the soloist, from the wind orchestra to the different chamber ensembles, for the chamber theater and video. He has collaborated with musicians such as Marco Angius, Emanuele Arciuli, Antonio Caggiano, Mario Caroli, Claude Delangle, Maria Di Giulio, Enzo Filippetti, Michele Lomuto, Rino Marrone, Enzo Porta, Paolo Ravaglia, Luca Sanzò, Sante Tursi, etc. and with ensembles such as L’Icarus Ensemble, Algoritmo ensemble, Logos Ensemble, Artisanat furieux, Solisti Dauni, Freon, Apeiron sax-quartet, Alea-Ensemble (Graz), Ensemble Aventure (Freiburg), Ensemble Traiect (Bucharest) and more with the Band of the Carabinieri, the Air Force Band and the ICO Orchestra of Bari.

His works have been performed – in various European Seasons and Festivals: “Nuova Consonanza” Festival; “Contemporanea” Parco della musica – Rome; “Filarmonica Romana”; Pontino Festival; Festival dei 2 Mondi of Spoleto; “Rive Gauche” – Turin; Gubbio Festival; Teatro dal Verme, Milan, etc .; “Warsaw Autumn” (PL); “Gaudeamus” Rotterdam (NL); “Alte-Schmiede”, Wien (A); Echternach Festival (L); KaG Gent (B), Meridian festival, Bucharest (RO); Turku Guitar Society (Fin), Museum Art Plus, Donaueschinger (D), etc. – in the Institutes of Italian culture or in Conservatory or University of music in Paris, Montpellier, Freiburg,

Trossingen, Graz, Copenhagen, Munich, Lugano, Budapest, Belgrade, etc. – in various extra-European countries: Argentina (LiPM, UnLa, Teatro Colon – Buenos Aires, Casa Italia, Cordoba International Electroacoustic Festival); China (Beijing Central Conservatory 2003, “Musicacustica” 2009); Peru (International Guitar Festival, Lima); Canada (Gallery 345, Toronto); United States (NYCEMF 2015, New York – “New Horizons Concert series”, Orange) Arzebaijan and Japan (“NymphéART # 14” Nagoya).

For the musical theater he wrote “Trino” operina buffa with a libretto taken from the homonymous text by the designer Tullio Altan (Teatro Giordano, Foggia Solisti Dauni); the electroacoustic music of a reading of “L’Orlando furioso” (Teatro delle Marche, Museum of Palazzo Venezia, Centrale Montemartini, Rome, Santa Maria della Scala, Siena, etc. Foschi, Fei) and the multimedia poem “The lesson of the river ” with the text by Valerio Magrelli and the images by Antonio Capaccio (Oratorio di Santa Croce, Mondovì, Teatro Parenti,

Milan, Teatro Globo, Buenos Aires) He has published and recorded for EdiPan, Berben, Sconfinarte, Polish music, Four-tay, AustroMechana,Cesmel.

The activity of composer has always supported the didactic and organizational commitment. Speaker at various conferences, he held seminars on contemporary musical culture in conservatories, associations and universities. He has published analytical essays in the magazines “Distema”, “Analisi”, “Le arti del Suono”, in volumes edited by Daniela Tortora on Mauro Bortolotti and Domenico Guaccero Member of the “Nuova Consonanza” Association, from 2000 to 2006 he was the vice-president. He also produced projects for the “La Sapienza” Laboratory Museum, the National Museum of Palazzo Venezia, the “Pigorini” Ethnographic Museum, the ARAN, the Discoteca di Stato, the International Music Campus of Latina, the Coretto di Bari, etc. Creator of the Festival “Le forme del Suono”, since 2010 he has been planning it.

He has taught conservatory since ’87. After having held various positions, from 2013 to 2018 he was Director of the Conservatory “Ottorino Respighi” of Latina.